apr 24, 2012

Posted by in Blog, pane, pizza, torte e sfizi salati, Ricette | 43 Comments

Filette all’avena


Nuova variante panificatoria !
Sara ha notato l’invitante pane nei miei piselli in salsa di senape  e così non posso esimermi dal proporvi anche la sua ricetta ;)
Scegli sani ingredienti, combinali con fantasia, usa lo stesso infallibile metodo ed avrai la medesima soddisfazione finale garantita!!

Ingredienti:
300g di farina integrale
100g di farina Manitoba
50g di fiocchi di avena
50g di semi tritati di sesamo e girasole
1 cucchiaino di lievito di birra secco
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di zucchero
380g circa di acqua tiepida
q.b. di fiocchi d’avena

Procedimento:
Seguite sempre lo stesso metodo del mio Pane niente scuse dove trovate anche tutti i passaggi fotografici.
Versate in un’ampia ciotola le farine, i fiocchi di avena finemente frullati, il mix di semi, aggiungete il lievito, lo zucchero, il sale e miscelate le polveri. Versatevi l’acqua tiepida tutta in una volta  e rimestate gli ingredienti pochi attimi con una forchetta.
Sollevate la massa ottenuta, mettete sul fondo della ciotola una manciata di farina e riposizionate la pasta nel contenitore e coprite con un coperchio o della pellicola alimentare.
Lasciatelo riposare nel forno spento dalle 9 alle 12 ore; tutta la notte andrà benissimo.  Dopo questo lungo e tiepido riposo, la massa si presenterà  gonfia, bollosa ed appiccicosa.
Ora infarinatevi le dita e staccate per bene l’impasto dalle pareti della ciotola. Fate ricadere la pasta su di un piano infarinato,  ripiegate la massa su se stessa piegando l’impasto dai quattro lati  verso il centro, bagnandovi le mani con l’olio o semplicemente infarinandole nuovamente e risistematelo nella ciotola con le pieghe in sotto.
Lasciarlo riposare così, nuovamente coperto, un’altra ora dentro il forno con la sola luce accesa, poi riprendetelo, dividetelo in due parti che  passerete su una manciata circa di fiocchi di avena, distribuiti insieme a poca farina sul piano di lavoro, dandogli la forma di due filoncini regolari.
Sistemateli su una placca rivestita da carta da forno e praticate un taglio per il senso della lunghezza.

Lasciate rilievitare fino al raddoppio del volume, portate il forno a 250° funzione statico, infornate le filette e lasciatele 10 minuti a questa temperatura, poi abbassatela a 220° e fate cuocere per 15 minuti e poi ancora a 200°  per altri 15-20 minuti circa.
A metà cottura potete togliere il pane dalla teglia ed appoggiarlo sulla grata del forno in modo che asciughi e cuocia meglio.

A fine cottura, ubriacati dall’odore per casa e già pazzi della sua fantastica crosta, resistete e  lasciateli freddare…

…Pronto!!! affettate e gustate come meglio credete!!


Con tutte queste foto, scattate sotto gli effetti allucinogeni emanati dalle filette post cottura, sono riuscita a farvi venire voglia ?! ;)
Croccante fuori e morbido dentro, gustoso da solo, perfetto con tutto e particolarmente nutriente grazie alla presenza  dei semi e dell’avena; che altro volere dal vostro pane casalingo? !! :)

  1. Bellissimo!!!!!!!!! bellissime le fotografie :-) fai benissimo ha pubblicarle tutte, nell’indecisione è meglio abbondare!!!!

  2. Raffy77 says:

    Altro che farci venir voglia di pane con tutte queste foto meravigliose!!! :-P

  3. mmmhhh che profumino, lo sento fin qua!!! deve essere gustosissimo!!! :-)

    Brava! :-D

  4. Grazie ragazze, era davvero buonissimo!!

  5. Bellissimo questo pane….e che consistenza l’interno!!! *_*
    Sai che come preview del tuo post mi è saltata fuori una in costume, sarà stata una tagila 40, che brutte cose :((((( io censurerei certe immagini violente :DDDDD

    • Davvero??? Mi lamenterò con chi di dovere!!
      Il mio blog lo vedono anche i bambini!!!! :lol:

      • + che altro queste immagini sono un problema per le donne che per secondo nome fanno “Insicurezza” come me ;-))))
        Comunque ho scoperto essere una pubblicità infiltrata da Bloglovin’…porca paletta!
        Anyway, let’s consoliamoci con il tuo pane ;-)

  6. SamWhity says:

    Buono!!! Un altro utilizzo dei versatilissimi fiocchi d’avena!!! Da provare! ;D

  7. Meraviglioso…davvero,non ci sono parole, è come quello del fornaio! ho deciso che lo preparo per un pic nic che faremo il primo maggio, seguendo passo dopo passo le tue spiegazioni sono sicura che verrà perfetto!

  8. E ma allora dillo che vuoi farmi morire :mrgreen: Sono favolosi questi due filoncini…anche se devo dirti che il mio detox da glutine mi fa sentire meno la mancanza! Bravissima comunque sono perfetti e dai Marta cara su perchè non ti fai la pasta madre? Vedresti che saporino parrticolare ;-)

    • Scusa Chicca, lo so che per te è una tortura ma giorno dopo giorno, meno ne mangi e meno ne senti la mancanza, vero?!
      Siamo troppo girovaghi per dare vita ora ad una pasta madre, ma appena rientro, ormai restano tre mesi, ne adotterò un pezzo nelle mie zone, ho già preso contatti…non vedo l’ora di provarci il mio metodo niente scuse ;)

  9. neanche un mastro fornaio fa delle filette così ben fatte e ben cotte. ^__^

  10. Non ho mai provato i fiocchi d’avena nell’impasto! Ottimi anche perche’ arricchiscono il pane di nutrienti!
    Proprio bello, vero croccante fuori e soffice dentro! Perfetto!!!
    Accompagnato come hai fatto ad un contorno di piselli con sughetto e’ la fine del mondo!
    Oggi se riesco a prendere i piselli li provo e vediamo Adry che dice ;)

  11. dockarin says:

    Ciao marta cara; sono stata un po’ latitante per via di impegni e di un tremendo raffreddore ( me ne vengono solo 2 all’anno ma quando mi prendono !!!!)ma oggi posso un po’ dedicarmi alla lettura e sopratutto alla vista di cotante splendide ricette!
    proprio ieri ho fatto il pane integrale: venuto ottimo ma la prox. volta ti copio questo! visto che lo mangia anche mia nonna la presenza dell’avena ,regolatrice della glicemia, lo rende oltre che buono anche con un lato terapeutico da non sottovalutare.ora però..aspetto la tua versione di uno dei miei piatti preferiti (dopo lo gnocco che non si scalza dalla prima postazione) e cioè LA PIZZA!!

  12. Mi spiace che non sia stata bene, ma come sai è il corpo che elimina tossine e veleni e per cui lasciamolo tranquillo a lavorare e pazientiamo…
    Questo pane è veramente buono, ricco e te lo consiglio caldamente. Per la pizza devo dirti che l’ho già fatta tante volte, con lo stesso metodo del pane, ma facendola per cena non mi sono mai piaciute le foto fatte finora (che pignolona…) ed in più la mia tribù non aspetta lo scatto, la vogliono caldaaaaaaa!!
    Mi dirai di fotografare gli avanzi ma manco quelli perchè se li portano via per il giorno dopo uffffff!!
    Domani ho invitato delle amiche a pranzo e vogliono proprio la pizza, forse è la volta buona! Ciaoooooo :)

  13. che meraviglia questo pane! mi incuriosisce soprattutto l’uso dei fiocchi d’avena.è tanto che non panifico, mi piaceva molto, il tuo pane niente scuse era già da tempo nella mia to do list, e ora anche questa nuova ricetta ci entrerà a pieno titolo! bravissima ! sissy

  14. Grazie Sissy! Fare il pane per me è un gran piacere ed in questo mondo anche veloce e facile! Ma tu perchè hai smesso?
    Se farai un prova fammi sapere ;)

  15. In questi giorni siamo stati impegnatissimi, e come al solito siamo rimasti indietro :-P. Hai pubblicato una ricetta più bella dell’altra, c’è da impazzire! In questo periodo ci eravamo ripromessi di fare il pane in casa, ma poi il lavoro ha fatto sì che ci riuscissimo solo una volta. Certo che ora ci hai messo addosso una voglia di sentire quel profumino che esce dal forno…

    • E già! Purtroppo o per fortuna la vita non si passa solo ai fornelli e qualche volta nono riusciamo a fare tutto quello che vorremo…ma il pane è sacro e per lui dovremo esserci, sempre!! ;)

  16. ho smesso di panificare un pò perchè è un periodo che sono un pò stanca,e il sabato (giorno che di solito era adibito alla panificazione) non ho voglia di sporcare cucina, utensili etc.. un pò perchè vivo da sola, e quindi il pane lo preparavo praticamente per darlo poi a mia mamma; alla fine sono entrata in un vortice di lazzaronite! il mio forno è diventato ripostiglio per vasetti e sorte di tisane! magari una mattina mi alzo e corro a prendere farine e lievito di birra, chissà che la bella stagione e il caldo non mi invoglino! a presto, silvia

    • Io lo faccio una volta a settimana e una metà lo surgelo a fettine, comodo da scongelare per ogni evenienza. Dai svuota il forno dai barattoli e mettilo all’opera, anche mamma sarà contenta ;)

  17. Ciao Marta! Che delizia questo pane, è strepitoso veramente, soffice e molto nutriente! ^_^

    PS: non riesco a capire come mai ho difficoltà a postare dei commenti nel tuo blog … :(((

  18. Ecco, ho tolto il link al blog speriamo che così mi pubblichi il commento!ho visto che gli ultimi pubblicati sotto le altre ricette sono finiti nell’etere!!!!
    Queste pagnotte sono perfette!La prima e l’ultima foto con i dettagli della crosta mi fanno un’acquolina pazzesca!!

  19. Questi filetti sono fantastici!!! Da quando non ho più la mia pasta madre il pane me lo sono dimenticato, però in compenso mi nutro di cupcakes :D . Sai invece io che ho comprato? La farina di avena integrale..ho provato a metterla in un impasto dolce, ma risulta amarissima. L’hai mai provata?

    • No, non l’ho mai provata, quì già è tanto che trovo i fiocchi! Strano però che sia amara, il sapore non dovrebbe discostarsi tanto dal chicco :(

  20. sono bellissime Marta! L’interno è perfetto e l’esterno è proprio invitante!
    sììì che sei riuscita a farmi venire voglia di riprodurlo… in realtà ci riesci sempre.. saranno le foto o sarà la tua incredibile abilità nello spiegare il procedimento passo passo?

  21. Ciao Marta, sono stata fuori rete per qualche giorno. Ora sono tornata, sentendo questo bel profumino di pane!!!

  22. Se si segue la scia profumata del pane appena sfornato non si sbaglia strada: bentornata!! ;)

  23. Marta questo pane è una meraviglia!!! nico

  24. Una meraviglia questo filone…complimentissimi!

  25. Tatyana says:

    che voglia di pane!!!!!!!!
    ci sara’ piu’ di un mese che non facevo il pane…..e ne avevo prprio voglia! L’ho sfornato ogg in tarda mattinata e ti dico solo che ne rimasto solo un terzo mal appena! e poi ci siamo solo Neo e io! LOL! e’ BUONISSSSSIMOOOOOOOOOOO

    • Perfetto!!!!!!!! E soprattutto perche’ vuol dire che oltre ad essere buona la ricetta va bene anche il tuo nuovo forno!!! un abbraccione a tutti e due, anche noi siamo ancora sole solette…

      • Tatyana says:

        direi che il forno va bene perche e’ uguale al altro o sie solo funzione ventilato o grill, niente statico :( avro imparato come usarlo :D cosa dici :D
        Allora GLuca non e’ partito venerdi, non si he fatto piu vivo :)
        anche da noi una stretta fortissima!

Trackbacks/Pingbacks

  1. Pizzetta bianca semi e aromi e le amiche di fornelli… | New Horizons @ Human Graphia - [...] Come potete vedere dalla tavola, ho anche preparato la mia pizza di rose mediterranee, il pane d’avena tostato, …

Lascia un Commento.

Premium Wordpress Themes Free Wordpress Themes